Il primo incontro con la fotografia vera è avvenuto negli anni 80, grazie ad un amico fotografo che mi ha fatto sentire l’odore pungente degli acidi e vedere quello che succedeva intorno a me attraverso una luce rossa in una camera oscura e, quello che succedeva era per me, a quell’epoca ragazzino, una magia.
Vedere le immagini in bianco e nero comparire e fissarsi su un foglio di carta immerso nell’acqua era bellissimo.
Il mio amico fotografo era Franco De Vito.
Franco, purtroppo, ci ha lasciati nel 2004 ma, sono convinto, che se fosse ancora vivo, sicuramente utilizzerebbe ancora le sue vecchie macchine a pellicola con le quali continuerebbe a raccontare in modo magistrale la storia, la cultura, la vita del nostro amato Salento.
Mi ha fatto molto piacere sapere che la Città di Martano non lo ha dimenticato e che nel 2020, su iniziativa del Comune, edizioni Kurumuny, con il sostegno della Regione Puglia e, chiaramente, della famiglia si sia pubblicato un calendario, in sua memoria, con alcune delle sue foto, distribuito gratuitamente ai cittadini.
Nella galleria sottostante, riporto il calendario pubblicato. Purtroppo, la qualità delle immagini non è delle migliori, in quanto, non disponendo dei file originali, le immagini riportate sono state scansionate direttamente dalla pubblicazione.

Credits
Un progetto del Comune di Martano.
Tutte le foto sono conservate nell’archivio della famiglia De Vito.
Edizioni Kurumuny 2019.
Progetto grafico Alberto Giammarruco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.